Somministrava morfina ai neonati per farli stare tranquilli, arrestata infermiera veronese

neonati
E' necessario avere fiducia del personale medico e infermieristico quando lasciamo i nostri figli alle loro cure, ma i fatti di cronaca sembrano non aiutare

Un’infermiera 43enne di Verona è stata arrestata per aver somministrato della morfina a un neonato ricoverato nel reparto di terapia intensiva neonatale dell’Ospedale civile di Verona, nella notte tra il 19 e il 20 marzo e il tutto senza alcuna indicazione medica. La donna avrebbe ammesso che il bambino era “rognoso” e per farlo stare tranquillo era stata lei stessa a somministrare la morfina per via endovenosa, escludendo dunque a priori che si trattasse di un errore.

Il piccolo qualche ora dopo ha avuto una grave crisi respiratoria e sarebbe stata l’infermiera stessa a consigliare dose e somministrazione di un altro farmaco, antagonista alla morfina, per placare la crisi. Le analisi fatte al neonato una volta fuori pericolo, hanno poi confermato la presenza di oppioidi nel sangue.

In seguito all’accaduto, la polizia sta facendo luce su altri casi simili dal momento che l’infermiera ha confidato ad una collega di aver talvolta somministrato morfina ai neonati per “farli stare tranquilli“.

Ecco, questo è il resoconto dei fatti, ma qualcuno sa spiegarmi cosa c’è di sensato in tutto ciò? Niente. Allora mi domando perché certe persone ricoprono ruoli che non gli sono assolutamente pertinenti? Giacchè ci siamo diamo un po’ di morfina ai nostri figli quando non ci fanno stare tranquilli, se poi ci arrestano abbiamo sempre la scusante dell’instabilità mentale

Non so se questa donna abbia figli, mi chiedo però come li avrebbe cresciuti: se a dosi di morfina o con tanta pazienza, la pazienza che tanti genitori devono avere tutti i giorni per resistere e far fronte ai pianti e ai capricci dei propri figli, poi arriva l’infermiera di turno e con la fialetta magica calma tutto; non dovrà mai capitarmi a tiro una persona del genere, perché a quel punto potrei non rispondere delle mie parole e azioni!

I genitori cercano sempre di proteggere i propri figli e questi fatti non fanno che aumentare la sfiducia nei confronti del personale infermieristico e medico che, al contrario, dovrebbe godere pienamente della nostra fiducia.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*