C’era una volta una casa pulita, profumata e sempre in ordine; poi nacque un bambino.

casa pulita con un bambino piccolo? Con qualche trucchetto e una buona organizzazione si può!
Ognuno ha il suo personalissimo concetto di ordine....

Non so voi care mamme, ma casa mia dopo la nascita di mio figlio non è più la stessa di prima ed anche il tempo che riesco a dedicare alle faccende domestiche è cambiato: diciamo che non c’è mai tempo per annoiarsi, perchè ogni minuto viene sfruttato al meglio (salvo rari, rarissimi pomeriggi oziosi). Ricordo quella sensazione bellissima quando, dopo tanto impegno, tutto intorno era perfettamente pulito e in ordine. Ecco, la ricordo.

Col tempo ho cercato di organizzarmi e dopo un po’ di confusione iniziale devo dire che ho raggiunto un certo equilibrio e, salvo imprevisti, con qualche “tattica” è possibile avere casa pulita, profumata e ordinata… Almeno per un po’.

Ci sono cose che vengon fatte tutti i giorni (o per lo meno andrebbero fatte), ad esempio passare l’aspirapolvere in tutte le stanze, lavare i pavimenti (con un bimbo piccolo sarebbe opportuno, specialmente quando inizia a gattonare) e pulire i bagni/il bagno, rifare i letti ma per il resto io mi dedico ad una serie di faccende al giorno, suddividendole in base al tempo che occorre per svolgerle: il lunedì pulisco i vetri e specchi nonchè i balconi e il terrazzo, il martedì spolvero in camera da letto e nella cameretta del nano, il mercoledì tocca spolverare i mobili del salone e della cucina con gingilli annessi e connessi, il giovedì lo dedico al cambio delle lenzuola a tutti i letti, il venerdì mi tocca stirare la montagna di indumenti, lenzuola & co. accumulati in una settimana.

Discorso a parte quello delle lavatrici da preparare, che vanno in base a cosa si accumula da lavare e alle condizioni climatiche, ma con mio stupore non carico lavatrici tutti i giorni: quando cambio le lenzuola cerco di lavarle quanto prima per stenderle ad asciugare e magari stirarle il giorno seguente, ma da mamma infame quale sono, ogni tanto sono anche una stiratrice infame e stiro solo l’essenziale… specialmente in estate. In estate dovrebbe essere abolito sto fatto di stirare, a meno che non abbiate condizionatori in casa, l’effetto sauna è assicurato oppure si stira la sera, quando la voglia è ancora meno e si finisce col rimandare, rimandare e rimandare finchè non c’è più nulla di piegato da mettere.

Il sabato scappano sempre almeno un paio di lavatrici e se non c’ è il sole pazienza, asciugano dentro casa che se non altro il profumo dell’ammorbidente è piacevole (lo spazio di passaggio che ne consegue un po’ meno). Fortunata chi ha l’asciugatrice, dicono sia ottima, ma per quanto mi riguarda preferirei all’asciugatrice il miracolo divino di un aggeggio che stiri tutto: quello sì che sarebbe fantastico!

E la domenica? Beh la domenica ci si riposa! Per quanto i nani ce lo permettano…..

Almeno un paio di volte a settimana dedicatevi alla pulizia più approfondita di doccia e vasca da bagno con prodotti specifici e anticalcare.

Ci sono poi le cosiddette pulizie di primavera (che poi sono più o meno di tutte le stagioni) che prevedono il lavaggio di tende, tappeti e simili e quelle sta a noi capire quando è arrivato il momento, ma sappiate che tutto quello che riuscite a fare in modo approfondito almeno una volta a settimana o al mese (ad esempio pulire al di sopra dei mobili e pulire i lampadari) renderà tutto più semplice e veloce.

In casa tutti devono dare una mano!

Un discorso a parte merita la collaborazione all’interno della famiglia, perchè è importante insegnare ai nostri figli che non ci sono faccende da donne e faccende da uomini perchè tutti devono saper fare tutto; che poi ci si senta più capaci per una cosa piuttosto che per un’altra è un altro discorso ma in casa nessuno sta con le mani in mano: sia santificata la COLLABORAZIONE.

E voi, come vi organizzate per le faccende di casa? Scambiamoci qualche consiglio, che qualche trucchetto in più non guasta! Ma soprattutto non vi abbattete per il granello di polvere o qualche gioco in giro per casa, non vi amareggiate se sui vetri campeggiano le impronte delle manine dei bimbi di casa; preoccupatevi che ci sia la felicità in famiglia perchè sarà questo che ricorderanno i vostri figli, non di certo se la casa era perfettamente pulita!

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*