Colpo di calore per una neonata: i genitori l’avevano portata in giro ma faceva troppo caldo

Neonata colpita da colpo di calore
Neonata colpita da colpo di calore: i genitori l'avevano portata in giro ma faceva troppo caldo

Dovrebbe essere ormai chiaro a tutti che in estate è consigliabile evitare gli orari di maggior calura per uscire di casa, specialmente per chi ha bambini piccoli o per le persone anziane; ma forse di questa raccomandazione non ne erano a conoscenza dei neogenitori di Vicenza con la loro piccola di soli 5 giorni che senza immaginare i danni, hanno portato a passeggio per la città nella sua carrozzina sotto il sole e con una temperatura intorno ai 35°.

I genitori si sono preoccupati quando la piccola ha mostrato segni di malessere generale e febbre alta e l’hanno subito portata al pronto soccorso, dove i medici hanno provveduto a reidratare e ventilare la neonata che fortunatamente si è ripresa in breve tempo e dopo qualche giorno è stata dimessa con la diagnosi di colpo di calore.

Il colpo di sole o colpo di calore può verificarsi a seguito di un brusco cambiamento di temperatura cui si trova sottoposto l’organismo, che di conseguenza non riesce ad autoregolare la temperatura corporea con le normali funzioni fisiologiche; ne conseguono complicazioni per cervello, cuore, muscoli e reni nonché bruschi abbassamenti di pressione, con sintomi riconoscibili quali giramenti di testa, senso di vertigini o di nausea e stato confusionale.

Può essere utile bagnare con acqua fresca la fronte, i polsi e le caviglie del soggetto che presenta malore, e prevenire bevendo acqua a sufficienza (meglio se minerale dato l’apporto di sali minerali), preferire cibi freschi come frutta e verdura di stagione ed eventualmente assumere integratori alimentari a base di potassio e magnesio.

Da preferire nel vestiario le fibre naturali quali cotone e lino che permettono un’adeguata traspirazione e come già detto evitare le ore più calde della giornata (dalle 11.30 alle 16.30 in linea di massima) se si deve uscire, e tenere a mente che le persone maggiormente esposte a colpi di calore sono anziani (over 65) e bambini piccoli.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*