Dieta vegana al bambino e atteggiamenti poco materni: la denuncia del papà di Trento

madre denunciata per maltrattamenti verso il figlio
una donna trentina è stata denunciata dall'ex marito per maltrattamenti e per aver imposto una dieta vegana al figlio

Risale a due giorni fa la denuncia di un padre nei confronti della sua ex moglie, accusata di maltrattamenti al figlio che ora ha 6 anni e vive, per sentenza del giudice, insieme al suo papà; la madre tra le varie cose, è accusata di aver provocato un ritardo nella crescita del bambino avendogli imposto fin dalla nascita, una dieta vegana: il bambino non ha mai mangiato carne né bevuto latte di vaccino e nessun alimento di origine animale.

Questa mamma di Trento, a detta sempre dell’ex marito, avrebbe cresciuto il bambino in una sorta di “estremismo religioso” al punto che anche i giocattoli gli erano vietati, ad esclusione di un mestolo di legno che sarebbe stato usato dal bimbo come giocattolo; anche ai compleanni il bambino non ha mai scartato un regalo.

Le punizioni date dalla mamma, prevedevano castighi tipo stare da solo nella camera al buio anche per mezz’ora e il piccolo più volte è si è svegliato per via degli incubi che lo turbavano anche nel riposo. Per non parlare dei segni anche visibili che gli avrebbe lasciato picchiandolo; insomma, questa mamma non sembra avere granchè di materno.

Il padre ha denunciato anche il fatto che la donna si sarebbe recata col bambino da alcuni parenti quando avrebbe dovuto invece riportarlo dall’ex marito, e anche in questa occasione sono intervenuti i Carabinieri. La madre ha negato le accuse e aspetta di far sentire la sua versione dei fatti.

Ma dov’è finito l’amore materno?

Non so proprio come si possa immaginare di far del male ad un bimbo non solo fisicamente, ma infliggendogli anche violenze psicologiche come tenerlo chiuso in camera al buio per dei capricci tipici dell’età.

Possibile che questa donna (faccio fatica a definirla mamma) non considerasse assolutamente il fatto che certe cose rimangono impresse a vita e sono causa di problematiche anche gravi? Per non parlare poi dell’imposizione di una dieta vegana, rischiando di provocare al bambino non pochi problemi a livello di crescita.

Ora, voglio capire l’esistenza di diversi punti di vista e che ogni genitore ha il suo modo di educare e far crescere i figli, ma certe cose non le concepisco, come è possibile negare consapevolmente una crescita sana al bambino? E dico consapevolmente perché ormai è risaputo, non è il primo caso di bambino che ha avuto problemi nella crescita perché i genitori hanno optato per la dieta vegana.

La “fortuna” di questo bimbo e la sua salvezza, a quanto pare, sarebbe il suo papà e se tutte le accuse fatte all’ex moglie sono vere (ma basta anche solo una parte), spero che sia tutelato il piccolo e rimanga col suo papà.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*