Come educare con l’educazione emotiva

Educare i nostri bambini con l'educazione emotiva.
Come educare con l'educazione emotiva i propri bambini

Cosa bisogna fare per educare con l’educazione emotiva i propri figli?

I nostri piccolini crescono in fretta e non ci si rende conto quanto stanno diventando degli ometti e delle signorine. Faccio una premessa: la mia non è una pretesa con questo articolo non è quella di affrontare concetti difficili, che lascio agli psicologi; vi racconto comunque la mia esperienza che ho vissuto e sto vivendo con mio figlio.

Come educare con l’educazione emotiva? Intanto vediamo che cosa vuol dire…

Mio figlio ha quasi 4 anni e spesso fa i capricci come tutti i bambini, si arrabbia per niente, insomma protesta. All’inizio io e mio marito eravamo spiazzati e non sapevamo bene come gestire questi atteggiamenti. C’è da dire che un po’ di traumi li aveva avuti: aveva inziato l’asilo, era arrivata la sorellina ed in più una brutta esperienza in ospedale. Che fare? Non riuscivamo a capire come aiutarlo.

Anche se siamo un po’ scettici ad appogiarci agli psicologi, abbiamo chiesto aiuto a scuola e ci hanno indirizzati dallo psicologo che segue la struttura. Alla fine una chiacchierata in più non fa mai male abbiamo pensato, del resto non ci stanno propinando una cura a base di farmaci. Beh devo dire ci si è aperto un mondo che non conoscevamo; anche lo psicologo non è male un bel figaccione, ma non ditelo a mio marito 🙂

Inside Out un esplosione di emozioni

Lo psicologo ascoltò tutta la storia e poi mi disse: avete mai pensato che vostro figlio non conosce ancora certe emozioni? Dentro di lui sente che sta provando delle nuove sensazioni: gelosia per la sorellina, rabbia perchè si sente incompreso, paura per situazioni che non capisce… Avete mai sentito di come educare con l’educazione emotiva? Avete visto il cartone Inside Out?

Spesso torniamo a casa stanchi dal lavoro e stressati dalla vita quotidiana e non ci rendiamo conto di come i nostri pargoletti ne risentano. Quando il nostro bimbo arriva a scoppiare c’è sempre un motivo; purtroppo spesso siamo noi che non capiamo la vera causa che ha scatenato il tutto. Quindi perchè non chiedere al bambino: senti qualcosa dentro che non capisci e che ti fa arrabbiare? Sai che quello che senti si chiama gelosia? Sei arrabbiato perchè la mamma non capisce che vuoi le coccole? La mamma ti vuole tanto bene, sta facendo una cosa importante poi ti prende un po’ in braccio.

Mamma mia quanto è difficile fare il genitore!!! Aiuto non che la faccio più! Poi non dormo da mesi una notte di fila come faccio a rimanere sempre calma? Non è facile per niente, la prima cosa che ti viene in mente è urlare più di lui e di sculacciarlo, ma non è la strada giusta; anche se ci farebbe stare meglio, lo ammetto. Come educare con l’educazione emotiva quindi senza impazzire? Sicuramente con molta pazienza, ma anche con piccoli gesti quotidiani, dando sempre importanza a quello che dicono i figli. Ogni tanto siamo noi che magari li trascuriamo e lasciamo davanti ad un monitor per avere un po’ di tranquillità. Non è quello che vogliono; loro vogliono condividere il nostro tempo e forse alcune volte hanno ragione loro ad essere arrabbiati.

Da quel giorno abbiamo avuto altri incontri e con un buon lavoro delle maestre, siamo riusciti ad avere dei risultati! All’inizio non lo avevamo capito: perchè viene da me a chiedermi un abbraccio forte? Perchè sta capendo le emozioni che prova e non ha più bisogno di sclerare, va direttamente a chiedere affetto. Forse alcune volte dobbiamo parlare di più con loro!

 

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Leggere ai figli quanto è importante, è un mezzo di condivisione famigliare
  2. Infermiera arrestata per aver somministrato morfina a un neonato
  3. Bimbofobia: non è vero che i bambini irrequieti sono bambini maleducati

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*