Il make-up in gravidanza e allattamento: si può, ma con qualche precauzione

make up in gravidanza e allattamento donna che si trucca
In gravidanza e allattamento non bisogna rinunciare al make up, basta stare attente ai prodotti utilizzati

Ieri una cara amica che ha partorito da un paio di mesi, mi ha chiesto se può truccarsi durante l’allattamento o se qualche sostanza può essere assorbita risultando nociva e se ci sono marchi da preferire; ammetto che mi ha colta impreparata, come “mamma infame” sotto questo punto di vista non sono una make-up addicted, diciamo che per me “truccarsi” vuol dire mettere matita nera e mascara, un po’ di cipria e va bene così, sempre se il nano me lo concede (ma non rinuncio ad avere sempre dei capelli perfetti).

D’altro canto, è bello e giusto che una mamma voglia sentirsi bella e voglia prendersi cura di sé, ma con qualche accorgimento se è in attesa o se allatta al seno.

Mi sono documentata e in effetti ho scoperto che ci sono sostanze nei prodotti cosmetici che potrebbero nuocere al bambino, ad esempio lo smalto: se siete in attesa di un maschietto, nonostante studi non abbiano ancora del tutto approvato tale teoria, evitate di metterlo perché contiene ingredienti simili agli estrogeni che pare ritardino lo sviluppo dei genitali maschili; non ci sarebbero problemi invece se si aspetta una femmina, forse comincia già dal pancione ad appassionarsi alla cosa (battuta!).

Altro discorso per i fondotinta: sarebbero da preferire quelli minerali, che hanno però la tendenza a rendere la pelle secca, ma se avete questo problema basta aggiungere della crema idratante o metterla sul viso prima di procedere alla stesura del fondotinta.

Ma il make-up non si ferma a smalto e fondotinta, c’è tutto un mondo di prodotti: matite occhi, mascara, cipria e rossetti per citarne altri; dunque, se siete avvezze alla lettura dell’etichetta, accertatevi che non siano presenti nel prodotto  derivati della vitamina A e dell’acido retinoico, una sostanza farmacologica che viene spesso usata per i cosmetici.

Se volete ovviare ad ogni tipo di problema, fate i vostri acquisti in farmacia o erboristeria, facendo presente che siete in stato di gravidanza (qualora il pancione non fosse ancora in evidenza) oppure che allattate ed evitate quelli da discount o di marche poco conosciute.

Magari vi piaceranno questi prodotti e deciderete di continuare ad usarli, il ché sicuramente non farà male!

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*