Incontri ravvicinati del quarto tipo (sotto le lenzuola): sesso dopo l’arrivo di un figlio

l'intimità di coppia dopo un figlio
la vita di coppia dopo l'arrivo di un figlio cambia come cambiano anche i momenti d'intimità col nostro compagno

E’ possibile avere sesso ed intimità dopo l’arrivo di un figlio? Non siamo i primi e non saremo gli ultimi ad esserci passati, vediamola con occhi meno critici e più comprensivi.

Ricordate i bei tempi in cui “sotto le lenzuola” i momenti d’intimità col partner erano anche quotidiani? Perché no, tutti i giorni più volte al giorno? Beh, una volta diventati mamme e papà, sotto le lenzuola ci andrete per dormire: sarà per stanchezza, perché il piccolo piange, perché appena nato vede più lui le tette di mammà di chiunque altro, perché la donna non si sente ancora padrona del suo corpo dopo la gravidanza, perché quando il bambino dorme devono recuperare sonno anche i genitori… Ma i vostri incontri ravvicinati del quarto tipo non avranno più la stessa frequenza di una volta.

Fortunatamente non è sempre così, ogni tanto può riuscire una sveltina, noi (genitori) la chiamiamo così appunto perché da un momento all’altro ci aspettiamo l’acuto richiamo del piccolo (e nella maggior parte dei casi accade). Insomma, da neo genitori sembra quasi che il sesso sia un evento più unico che raro e finchè non si stabilizza il sonno del neonato l’atteso round dura meno, ma proprio per questo forse è più intenso e passionale (Ahahah!!! Vediamola così).

Una volta certe cose non si programmavano e quando più ne avevate voglia potevate perdervi in intimi abbracci col vostro partner… Ora NO, ora la mamma è mia, tu caro papà puoi vederla e toccarla solo se lo decido io, ed ecco che quel piccolo nanerottolo di pochi giorni o pochi mesi ha preso il sopravvento sulla vostra vita in tutto e per tutto.

Cari genitori, sappiate che l’avete tanto desiderato quel fagottino dolce e succhiaenergie, sappiate che un giorno crescerà, vi farà dormire di più, andrà a scuola… E probabilmente penserete che è arrivato il momento del secondo. Eh perché in fondo siamo tutti un po’ masochisti, oppure perché non vogliamo che resti figlio unico e quanto più giovani siamo, più energie abbiamo per crescerli. Tanto poi il tempo si recupera… Certo, prima o poi i figli dovranno pur andar via di casa, no??

Scherzi a parte, tutti quelli che hanno avuto un figlio ci sono passati, chi più chi meno: conosco addirittura qualcuno che si è creato un calendario in cui annotare quando fa l’amore (perché poi? Per notare bene la scarsità delle X in un mese?). Anche le app si sono aggiornate e quella che io uso per segnare il periodo del ciclo ora offre anche l’opportunità di segnare i giorni in chi ho rapporti ma non solo: a seconda del giorno, la data è segnata con un colore diverso anche per indicare i giorni fertili! Al chè tu pensi, coi tempi che corrono, tutti i giorni possono essere fertili.

Tutto quello che una mamma infame può dire è che in una coppia l’intimità è il clou del rapporto, quando proprio non riuscite a trovare tempo per voi due sappiate che esiste anche il dialogo (ovviamente sembra solo una magra consolazione) e far sapere all’altro quello che provate è importante, scoprirete che non siete gli unici a vederla esattamente in quel modo.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*