Le grandi aspettative dei genitori nei confronti dei figli

Aspettative eccessive nei confronti dei figli
Le grandi aspettative dei genitori nei confronti dei figli

L’infanzia va semplificata e non complicata dalle grandi aspettative dei genitori, i nostri figli non possono essere programmati come dei robot.

Basta!!! Vi siete mai fermati un attimo a guardare il calendario dei vostri figli? E’ tutto una frenesia di appuntamenti: la lezione di calcio, il nuoto, il tennis, il Karate, le lezioni di danza, yoga, corso di inglese e non dimentichiamo la scuola con i compiti, che occupa buona parte della loro giornata. Tutto bello per carità, ma non pensate che alcune volte riempiamo la loro vita per non far provare noia o soddisfare un nostro bisogno? E’ vero le attività sono importantissime perchè servono a socializzare, a far crescere con il confronto i nostri pargoli, ad imparare le regole; ma attenzione, non dobbiamo neanche esagerare. Le grandi aspettative dei genitori non devono soffocare i piccoli.

Non consideriamo il fatto che le grandi aspettative dei genitori possono creare nei bambini un’ansia di credersi inadeguati; spesso i bambini diventano insicuri di fronte alle difficoltà ed hanno in aggiunta paura di deluderci. Perchè in fondo in fondo alcune volte stanno dietro alla frenesia dei genitori che li vorrebbero i migliori sulla terra.

Mio figlio è bravo in matematica, diventerà uno scienziato affermato in astrofisica applicata ai viaggi intergalattici! Sto esagerando, ma questo accade e stiamo parlando magari del bimbo di 6 anni che sta frequentando la prima elementare. Mia figlia sposerà un calciatore perchè è la più bella di tutte! Mio figlio è parecchio spigliato e socievole diventerà youtuber.

Come fare per trovare un equilibrio con i figli e vivere meglio

I figli devono essere perfetti, guai se fanno casini, guai se si muovono troppo, sono chiamati iperattivi. Ma scusate, non sono invece dei bambini che stanno imparando a crescere? Che forse i genitori in questo caso devono guidarli nelle scelte e capire quali sono le loro caratteristiche migliori. Se non si muove un bambino chi si deve muovere? Invece spesso li vogliono attaccati ad uno schermo in silenzio e bravi, ma è quello che vogliono? Neanche una mamma infame vuole un figlio così!

Quando torniamo a casa, magari stravolti per la giornata, capita spesso che vediamo i nostri figli arrabbiati e capricciosi. Non è facile è vero, ma dobbiamo pensare che anche loro forse hanno avuto una giornata NO. I loro problemi sono molto più piccoli dei nostri (per fortuna), ma non vuol dire che non  siano pesanti da affrontare. Io mi ricordo da piccola che spesso arrivavo a casa incavolata col mondo; magari avevo solo litigato con la mia migliore amica.

Purtroppo spesso siamo un po’ egoisti ed infami, preferiamo stare sul divano a guardare un po’ di TV e lasciare i nostri figli magari davanti ad una consolle di giochi a rincoglionirsi. Tanto da grande farà il calciatore, tanto da grande sarà una blogger famosa…le grandi aspettative dei genitori. Ammettetelo, non vi fa un po’ tristezza?

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*