Mamme e privacy: mai più in bagno da sole

mamma e privacy: anche in bagno insieme ai figli
Quando si diventa mamme poter stare in bagno da sole sarà una grande conquista

Quando diventate mamme non illudetevi di poter chiudere la porta del bagno e fare quello che dovete fare con calma e in solitudine.

Continuiamo con la saga degli universi inconciliabili. Oggi voglio parlarvi di mamme e privacy. Nel preciso istante in cui diventate mamme dimenticatevi la privacy.

Anzi ancor prima di mettere al mondo il vostro pargolo dovete mettere in conto che il binomio mamme e privacy diventerà per voi una dimensione lontanissima. Basti pensare a tutte le visite che farete durante la gravidanza: la vostra patata sarà alla mercè di ginecologi ed ostetriche. Non parliamo poi di quando arrivate in ospedale perché sentite che il vostro bambino sta per nascere. La prima cosa che ispezioneranno sarà la vostra patata, perché dovranno vedere a che punto siete con la dilatazione. E fin quando non sarete arrivate ai fatidici 10 cm, la vostra patata sarà ispezionata molto spesso, in barba a privacy e senso del pudore.

Una volta venuto alla luce il marmocchio, preparatevi che da quel momento in poi ci sarà una rapida escalation verso la perdita della privacy. Non farete mai più cacca né pipì da sole. Se il bambino è appena nato e a voi scappa di andare in bagno, state sicure che nel momento preciso in cui state per aprire la porta del bagno, lui comincerà ad urlare e per fare quello che dovete finirete col tenerlo in braccio (quando si diventa mamme, si impara a fare le equilibriste e a fare 10 cose utilizzando un solo braccio). Addio privacy.

Poi il bambino cresce, inizierà a gattonare, a camminare e a quel punto soprattutto se siete da sole in casa, dovrete: 1 tenere la porta del bagno aperta in modo da consentire al piccolo di potervi vedere (e di poterlo vedere), 2 essere rapidissime qualunque cosa stiate facendo. Si, perché se il bambino decide di non seguirvi, mentre voi siete sedute sul gabinetto intente a fare quello che qualunque essere umano ha il diritto di fare in santa pace, lui potrebbe smontare la casa (nella migliore delle ipotesi). Quindi sappiatelo: quando diventate mamme non potrete più fare cacca sperando di avere un po’ di privacy, dovete solo essere velocissime a farla.

Una mamma non ha più privacy al telefono. Nel preciso istante in cui siete al telefono, il vostro nano o nana o peggio ancora se ne avete 2 di bambini infami (non esistono solo le mamme infami), avranno bisogno di tutto di più. A me solitamente succede che appena squilla il telefono, il nano grande comincia con: mamma devo dirti una cosa, mamma voglio guardare i cartoni, mamma mi guardi, mamma ho fame, mamma devo fare cacca (lui mi chiede di chiudergli la porta quando caga perché vuole stare da solo, lui….) e contemporaneamente la nana piccola mi si aggrappa alla gamba, piange perché si è incastrata da qualche parte oppure vuole che la prenda in braccio perché vuole prendermi il telefono.

E così il 90% delle mie telefonate si conclude con un: vabbè dai ci sentiamo dopo con più calma. Sapete quante telefonate non ho più fatto perché il momento di calma non è mai arrivato e se è arrivato ero talmente stanca che figuriamoci se avevo la forza di stare al telefono?

Ma non bisogna lamentarsi, eh si perché proprio come quando osate dire che sono giorni, mesi, anni che non riuscite a farvi una dormita decente e vi dicono che questa è una fase che passerà, allo stesso modo se a qualcuno confidate che ogni tanto vorreste stare un pochino da sole e avere un po’ di privacy, state sicure che vi sentirete dire: stai tranquilla, è una fase, passerà, anzi quando i tuoi figli diventeranno grandi rimpiangerai questi momenti.

Io non lo so, non faccio ipotesi sul futuro, ma di una cosa sono certa: quando un giorno potrò chiudere la porta del bagno e fare le mie cose DA SOLA, non rimpiangerò i giorni in cui i miei bimbi piangevano aggrappati alle mie gambe mentre ero seduta sul cesso.

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Non ti ho mai amato così tanto come oggi che ti vedo perdere
  2. Utilizzo del girello per i bambini: un video ci spiega perchè è pericoloso
  3. Cars 3: in arrivo nelle sale il 14 settembre - ecco il trailer

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*