Mamme&lavoro: un’altra cicogna in arrivo??

mamme in carriera
Trovare lavoro è già difficile, quando diventi mamma lo è ancor di più e pare non ci sia neppure solidarietà tra donne...

Una delle questioni particolarmente a cuore per noi mamme infami è quella che vede la disparità, per le donne, nel mondo del lavoro e in misura maggiore per le mamme; sembrano lontani i tempi in cui, tra i tanti colloqui che ho fatto, uno dei più illogici prevedeva una serie di domande a cui dovevo rispondere si o no:

Sposata? No.

Convivente? Si.

Figli? No.

HA INTENZIONE DI AVERE FIGLI NEI PROSSIMI 5 ANNI? 😑

Avevo all’incirca 24 anni e figuriamoci se avevo la minima idea di quello che avrei fatto da lì ai prossimi 5 anni, non sapevo neppure quello che avrei fatto a distanza di mesi!

Pochi anni dopo mi sono sposata e sono rimasta incinta, ho avuto una gravidanza fantastica tra vomiti mattutini, pomeridiani, serali e notturni e acidità di stomaco che mi faceva addormentare pressoché seduta durante la notte, quindi di lavorare in quel periodo, macché scherzi? Tanto poi chi mi avrebbe assunta con il pancione in bella vista.

Ora che il piccolino ha due anni, ho ripreso l’attività dell’invio curriculum, che veramente se si venisse pagati per questo saremmo tutti milionari; ma una risposta ad una mail è stata particolarmente acida, e il pensiero che la suddetta era firmata da una donna ha reso tutt’ a un tratto parecchio acida anche me.

La gentile signora A. mi chiedeva se avessi figli e ovviamente ho risposto che ho un bimbo di due anni, al ché ho pensato che la cosa sarebbe finita lì (e sarebbe stato meglio), invece dopo un paio di giorni arriva la sua previsione futuristica in cui dice che “presto allora ci sarà un’altra cicogna in arrivo“…

Ma davvero? Lo sa lei e non io? Avere un bimbo di due anni fa pensare al Mondo che a breve se ne avrà un altro? Credevo di aver risposto ad una mail per la ricerca di una determinata figura di lavoro, non ad una specialista in cartomanzia e previsioni sul futuro. Ecco, a dare questa risposta è stata una donna, mi chiedo se abbia figli o se abbia avuto difficoltà a trovare lavoro, per il semplice fatto di avere la possibilità di procreare.

Volete sapere se ho risposto? Sinceramente, no.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*