marito pirla vs aria condizionata

condizionatore
quando il condizionatore ti potrebbe aiutare

Come sopravvivere con questo caldo senza poter utilizzare l’aria condizionata?

Una domanda a cui solo il marito pirla può rispondere. Già perché l’aria condizionata a casa mia c’è ma al marito dà fastidio, quindi raramente si accende (quando lui è in casa).

Quando abbiamo acquistato casa abbiamo anche installato ben due motori con tre split, così da poter rinfrescare casa d’estate e riscaldarla d’inverno. Solo che ancora non sapevo che il marito pirla l’avrebbe usata solo come pompa di calore.

In questi giorni in cui il caldo è veramente insopportabile per dormire bene e far dormire bene i bambini. Quindi accendo l’aria ma ovviamente la tengo sui 26 gradi giusto per rinfrescare. Ma quando il marito rientra da lavoro e noi dormiamo belli beati al fresco lui puntualmente spegne l’aria (nella nostra camera). Dice che se dorme con il condizionatore acceso poi si alza con mal di gola e raffreddore. Quindi questo comporta che io dorma al caldo o che lui vada a dormire sul divano. Ma si può????

Ovvio che lui stia bene quando in casa ci sono 30° ed entra solo l’aria per respirare, è abituato a lavorare con 60° se non di più. Ma io che non sono abituata alle alte temperature come faccio? E’ mai possibile che non riusciamo ad arrivare ad un compromesso?

Comunque questo discorso ovviamente vale anche per la macchina. Infatti non so nemmeno se sulla sua macchinina ci sia il condizionatore, secondo me lo ha fatto togliere per avere lo sconto sul prezzo.

Ho provato ad utilizzare il deumidificatore, ma nulla lui pensa la stessa cosa ma in realtà in casa mia con quella funzione non rinfresca una beata fava. Ho pensato anche ad un ventilatore puntato tutta la notte su di me.

 

1 Trackback / Pingback

  1. Maschio o femmina? Una domanda che in molti casi non andrebbe fatta

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*