Poverino va già al nido! Ma perchè poverino?

Bambini all'asilo nido
I bambini che vanno all'asilo nido hanno l'opportunità di fare tante belle esperienze

Più di una volta mi è capitato di sentire la frase: “Ah così piccolo già va al nido?” “Eh poverino ma d’altronde se uno non può fare diversamente….” Stamattina ho sentito dire questa cosa ad un papà che stava appunto per accompagnare il bambino all’asilo nido.

Ma poverino perché? Poverino di cosa? Mica lo stava portando ai lavori forzati! Ma al nido, dove ci sono bimbi piccoli che giocano, fanno tante scoperte e cominciano ad imparare le prime regole di convivenza e di condivisione. Non c’è nulla di male se un bambino va all’asilo nido e non credo che i genitori debbano sentirsi in colpa per questo.

Certo se un bimbo ha pochi mesi e già viene iscritto al nido anche a me viene da dire, insomma è un po’ piccolino, dovrebbe stare con la sua mamma…ma se quella mamma non può fare diversamente? Magari è una mamma che lavora, non ha nonni disponibili, una baby sitter costa il triplo del nido e al lavoro le fanno pressioni per tornare. Lo sappiamo tutte che quando una mamma va in maternità nel 90% dei casi al lavoro ti rompono le scatole, facendoti vivere nella costante ansia di vederti ridimensionata nel tuo ruolo professionale o peggio ancora, di vedere a rischio il posto di lavoro.

Ma se un bambino ha un anno ben venga l’asilo nido! E chi se lo può permettere è molto fortunato, perché i nidi costano una fortuna e a mio avviso non dovrebbe essere così, i nidi dovrebbero essere accessibili a tutti. E questo per il bene del bambino ma anche della mamma che ha il sacrosanto diritto di avere qualche ora libera sia che lavori sia che non lavori. Perché una casalinga non è che proprio se ne stia tutto il giorno a girarsi i pollici, anzi spesso proprio per il fatto che non lavora finisce col doversi smazzare tutte le incombenze…

Io ho iscritto entrambi i miei figli all’asilo nido e sono contentissima della scelta che ho fatto. I bambini sono delle spugne e se certi valori, certe regole gliele inculchi fin da piccolo, sicuramente gli rimarranno impresse. Al nido riescono ad insegnargli delle cose che nemmeno facendo i tripli salti mortali a casa riusciamo a fare, tipo riordinare i giochi, a condividere, per non parlare dei progressi che fanno in pochissimo tempo, come mangiare e bere da soli.

Il nido è un’esperienza bellissima per i bambini, quindi se incontrate qualcuno che vi dice” poverino va al nido di già?” rispondetegli  “ma poverino perché?? Lui non è poverino, lui è estremamente fortunato proprio perché ha la possibilità di andarci al nido!”

2 Commenti

    • Ciao Silvia, io credo che ogni mamma abbia il diritto di decidere quanto tempo trascorrere con il proprio figlio ma credo che sarebbe anche bello se la stessa opportunità venisse offerta a tutti, in modo che ognuno sia libero di scegliere. Ma spesso i nidi hanno un costo proibitivo e allora alcune mamme o rimandano la ricerca del lavoro o rinunciano ed è questo che io non vedo giusto. Così come non condivido il pensiero di alcune persone che quando sentono che tuo figlio va al nido ti guardano come se fossi un alieno

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*