Proteggere i figli: la soluzione non è tenerli sotto una campana di vetro

Proteggere i figli è la preoccupazione principale di ogni genitore, ma non teniamoli sotto una campana di vetro!
Proteggere i figli è la preoccupazione principale di ogni genitore, ma non teniamoli sotto una campana di vetro!

La maggior parte dei genitori desidera il meglio per i propri figli e soprattutto vorrebbero sempre proteggerli da tutti i mali e dispiaceri di questo mondo. Ma purtroppo sappiamo che non è possibile. E forse non sarebbe neanche giusto.

Non possiamo pensare di tenere i nostri figli sotto una campana di vetro; non faremmo loro del bene, anzi. Perché crescendo non ci saremo sempre noi dietro pronti ad eliminare gli ostacoli, a impedirgli di cadere, di farsi male…Se mettiamo i nostri figli sotto una campana di vetro rischiamo di non prepararli ad affrontare la vita e soprattutto gli impediremmo di crescere in maniera adeguata, in modo che imparino a superare da soli gli ostacoli e non ad arginarli, ma soprattutto a sapersi rialzare da soli dopo una caduta.

Certo anche io come mamma vorrei che i miei figli non soffrissero mai, che non scoprissero quanto può essere dura e complicata la vita là fuori, ma non credo che farei loro un favore impedendogli sempre di cadere, di farsi male. Non sono una madre snaturata, ma voglio che i miei figli sappiano che il mondo purtroppo non è solo bello, che ci sono i pericoli, che esistono le persone buone ma ahimè anche quelle cattive. Voglio però che sia ben chiara per loro una cosa: dopo ogni caduta, ogni batosta che riceveranno, dopo qualsiasi evento doloroso io ci sarò sempre. Non negherò mai loro i miei abbracci, le mie coccole e le mie carezze, neanche quando saranno grandi (se lo vorranno).

Noi viviamo in un mondo complicato, difficile e non credo di essere particolarmente pessimista se dico che il mondo che si troveranno ad affrontare i nostri figli sarà ancora più complicato purtroppo. Ed io non posso e non voglio nascondere questa realtà ai miei figli. Certo ora sono piccoli e voglio che vivano questi anni che secondo me sono i più belli in assoluta spensieratezza e mi auguro che possano godere fino in fondo della serenità che dovrebbe essere tipica di questa età.

Ma già da ora bisogna insegnargli (o almeno questo è quello che io penso) che gli ostacoli esistono e che se si cade non succede nulla, l’importante è rialzarsi e riprovare e fargli capire che mamma e papà ci sono sempre e fanno il tifo per loro. Non facciamo crescere i nostri figli sotto una campana di vetro, perché li faremmo vivere in una dimensione che non è quella reale e il rischio è che poi non saprebbero come affrontare la situazione tutte le volte in cui noi non potremo essere presenti (anche perché non è che possiamo sempre stare dietro a sti figli no?)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*