Sei hai bisogno devi chiedere… Come aiutare veramente una mamma

Mamma alle prese con gli impegni quotidiani
Come aiutare veramente una mamma

Perchè non mi hai detto che avevi bisogno? Come aiutare veramente una mamma: rivolto a tutti i papà.

Questi sono i classici interventi dei papà quando si rendono conto che stiamo raggiungendo il limite di sopportazione. Ogni giorno dobbiamo occuparci di tutto. Il problema è che pianificare ed organizzare è praticamente un lavoro a tempo pieno.

Una mamma francese Emma cerca di dare una mano ai papà spiegando veramente che cosa devono fare per aiutare le mamme nella frenetica vita quotidiana.

Un esempio del caso può essere: mamma Ma non hai lavato i piatti? papà Beh ma tu non me lo hai chiesto! Come aiutare veramente una mamma? Non chiedere ogni volta: se hai bisogno devi chiedere! Cari papà dovete prendervi qualche responsabilità in più; non dico fare come noi che pensiamo alla spesa, riordiniamo la casa, vi facciamo trovare la camicia pulita tutti i giorni; facciamo il bagnetto ai figli, pensiamo ogni secondo ad incastrare impegni, visite, ricorrenze. Ebbene si la nostra testa è un pallone che può esplodere da un momento all’altro.

“Mental load”, gli uomini lo rifiutano. Statisticamente sono le donne a gestire gli impegni della famiglia, gli uomini degli esecutori

Le donne chiamano questo processo “continuo pensare“, che di fatto vuol dire continuare a ricordare di fare le cose. Senza pensare che spesso si fanno lavori che in breve tempo bisogna rifare senza troppe soddisfazioni: lavare, stirare, riordinare i giocattoli sparsi per la casa, fare le pulizie.

Quindi come aiutare veramente una mamma? Emma consiglia di iniziare dall’inizio; responsabilizzare i papà magari con impegni non critici, (da mamma infame ) in modo che non facciano troppi casini. Bisogna cercare di portare a termine i lavori: se fai la lavatrice ti preoccupi anche di stendere i panni; se vedi che sto cucinando ed i bambini fanno i pazzi, se ti chiedo di preparare la tavola non puoi rispondere fra 5 minuti!

Non è che noi mamme abbiamo lo sfrenato bisogno di pulire o riordinare, ma certe cose qualcuno dovrà pur farle! Forse questo è un motivo per cui le donne finiscono per rinunciare a lavorare, gli stereotipi che si vengono a creare in questa società sono molto forti e noi mamme siamo stanche di essere classificate.

Fatemi sapere se i vostri compagni vi aiutano nei lavori domestici, noi ci stiamo lavorando anche se la nana che non dorme non ci sta aiutando

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*