Sogni nel cassetto: cosa sarebbe successo se…

sogni nel cassetto: Vi siete mai chieste se aveste fatto delle scelte diverse da quelle che avete effettivamente preso?
Vi siete mai chieste se aveste fatto delle scelte diverse da quelle che avete effettivamente preso?

La vita è fatta di scelte, di decisioni da prendere; vi siete mai chieste cosa sarebbe successo se aveste preso decisioni diverse da quelle che avete poi avete effettivamente preso? Io sì, me lo domando ancora spesso. E non parlo di cose del tipo “cosa sarebbe successo se avessi cucinato il pollo piuttosto che il pesce”, no! Parlo di fatti ben più importanti, quelli che bene o male cambiano un po’ la vita.

Come sarebbe stata la mia vita se avessi fatto scelte diverse?

Cosa sarebbe successo, ad esempio, se avessi continuato l’università? Chi sarei, e dove sarei adesso? E come sarebbe stata la mia vita se avessi realizzato quelli che erano i miei sogni nel cassetto?
Eh già, perchè ce l’abbiamo avuto tutti almeno un sogno nel cassetto e il mio era quello di diventare parrucchiera. Forse si chiamano così proprio perchè rimangono nel cassetto certi sogni. Quello che più spesso mi domando è cosa sarebbe successo se avessi avuto ancora mia madre, sicuramente molte cose negli anni sarebbero state ben diverse da come lo sono adesso e oggi che ho un figlio penso che certamente avrei avuto più tempo libero e tempo per me stessa (un po’ di sano egoismo ecchecavolo) dal momento che mio figlio avrebbe avuto un’altra nonna a cui occupare le giornate; sarebbe stato tutto così diverso che faccio fatica anche a immaginarlo.

Non sempre possiamo tenere sotto controllo i nostri pensieri

Nostro malgrado non possiamo fare a meno di pensare a certe cose, anche solo fantasticare su quel che sarebbe potuto essere…. poi chissà, forse le vicissitudini ci avrebbero ugualmente portato alle situazioni che viviamo oggi, ma sono una persona che crede poco al destino: per seguire un filo logico, credo che il destino ce lo costruiamo in base alle scelte e alle decisioni che prendiamo.
Capitano quei giorni in cui ci alziamo col piede sbagliato e vediamo tutto nero, siamo vittime di un’aura negativa che accompagna come un’ombra la nostra giornata e ne rimaniamo “intrappolati”.
E poi capitano quei giorni in cui basta vedere che fuori c’è il sole per migliorare l’umore e cambiare ottica vedendo le cose in positivo: dicono che il segreto è fare tutto come se ci fosse sempre il sole, ma io aggiungerei che esiste anche la pioggia e bisogna imparare a ballarci sotto, con o senza ombrello!
E a voi capita di pensare a come sarebbe la vostra vita, se in passato aveste fatto scelte diverse?

7 Commenti

  1. Leggo questa tua riflessione in un momento in cui mi trovo ad un bivio che mi fa stare sveglia la notte quindi ti capisco al 100%.
    Sarebbe bello avere una bella palla di vetro per scoprire cosa ci riserva il futuro perchè a volte scegliere sembra impossibile e la paura di prendere la strada sbagliata paralizza.
    Purtroppo l’unica chance è riflettere, decidere seguendo la ragione e anche il cuore, che spesso portano in direzioni opposte, e alla fine tirare una monetina. Aiuto!

    • Purtroppo la vita molto spesso ci porta in situazioni dove per forza di cose bisogna fare una scelta e non sempre è facile, il timore di sbagliare è sempre dietro l’angolo. Ma come hai detto tu l’unica cosa da fare è riflettere il più possibile e cercare di tenere la mente sgombra, provare a non farsi sopraffare da ansia, angoscia, preoccupazione, altrimenti rischiamo di perdere la lucidità di cui abbiamo necessariamente bisogno per poter prendere delle decisioni. In bocca al lupo per la tua scelta!

  2. Ci ho pensato spesso… Soprattutto in passato. Per diversi motivi non ho frequentato l’università anche se ero molto brava al liceo. Ogni tanto ci ripenso… Avrei trovato lavoro dopo l’università? Avrei fatto il lavoro dei miei sogni cioè insegnare? Da quando ho aperto il blog, però, ci penso meno perché sto facendo una cosa che mi piace molto e che in un certo senso, anche se non ancora economicamente, mi realizza.

    • Credo che nella vita sia importante crearsi delle alternative. È giusto avere dei sogni e provare a realizzarli, ma se non si riesce non vuol dire che la vita finisce anzi, bisogna impegnarsi e trovare nuove strade da percorrere proprio come hai fatto tu con il tuo blog..

  3. A volte mi capita di pormi questa domanda. Come sarebbe stata la mia vita se avessi fatto scelte diverse? Ci sono state tanti bivi nella mia vita ed ho sempre fatto una scelta. Sono uno che tende a guardare avanti e non indietro. In questi ultimi anni mi è capitato di guardare indietro e non essendoci abituato mi ha fatto molto male. L’unica cosa che so di certo è che se avessi fatto scelte diverse, oggi non avrei quello che ho. E siccome mi piace quello che ho, le scelte che ho fatto sono state quelle giuste, e le rinunce diventano un peso piccolo piccolo.
    Un saluto
    Lorenzo

    • Se si è soddisfatti e appagati di ciò che si ha e si è oggi, il fatto di guardarsi indietro potrebbe pesare un po’ meno, poi ognuno ha il suo vissuto…
      A volte far conciliare tutte le cose è difficile, in termini di realizzazione personale, professionale, sentimentale, il crearsi una famiglia, lo stare bene in salute. Ma la vita è questo, un susseguirsi di capriole a mantenerci in allenamento!

  4. Io ci penso spessissimo a questa cosa! Dalle cose piccole piccole tipo “potevo comprare una tovaglia diversa, magari in questa casa stava meglio” a cose più serie tipo “e se non fossi andata a convivere?” o “e se fossi andata via da qui?”. E sostanzialmente poi non ne esco più

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*