Troppe urla: i vicini si lamentano ma non sanno che il bambino è autistico

Jessica Green e suo figlio Henry un bimbo di 3 anni affetto da autismo non verbale. 
Jessica Green e suo figlio Henry un bimbo di 3 anni affetto da autismo non verbale. 

Il figlio urla troppo e i vicino scrivono alla madre.

Jessica Green è la mamma di Henry un bimbo di 3 anni affetto da autismo non verbale. Qualche giorno fa ha ricevuto una lettera firmata dai vicini del quartiere, nella quale si lamentavano delle troppe urla del bambino.

Nello specifico la lettera riportava queste parole:

“Vogliamo informare il genitore del bambino che urla tutto il giorno nel giardino, che noi tutti residenti di Fisher Road ci siamo stancanti di sentire il vostro bambino urlare. Dare il permesso di comportarsi così è un atto egoistico. Siamo arrivati al punto che le grida possono essere udite fin dai giardini della Station Road. Ne stiamo parlando e ci chiediamo se questo bambino sia effettivamente trascurato, perché nessuno sano di mente permetterebbe a suo figlio di gridare così tutto il giorno. Se non prenderete provvedimenti al più presto, denunceremo la questione ai servizi sociali. La scelta è vostra. Nessuno di noi può più sedersi nel proprio giardino e stare tranquillo perché sentiamo solo vostro figlio gridare. L’anno scorso abbiamo provato a sopportare, pensando che il bambino crescesse e la smettesse.  Ma adesso continua a farlo e ancora più forte. Vi saremmo grati se prendeste provvedimenti prima che lo si faccia noi, segnalando la vicenda ai servizi sociali”.

Arrabbiata e shoccata dalla lettera la madre ha dichiarato: “Henry è un autistico non verbale e spesso comunica con i rumori. Ho trovato questa lettera spaventosa e sono certa non incarni i pensieri di tutto il quartiere, poiché molti sono intervenuti in mia difesa. Vorrei che la gente fosse maggiormente informata sull’autismo, anziché dare giudizi affrettati”.

Vicini ignoranti

Prima di sparare a zero come spesso tende a fare la gente e dire che non sia una buona madre questi vicini si sono almeno informati se il bambino avesse o meno qualche problema? a quanto pare no! A loro interessa solo avere un pò di tranquillità.

A questo punto ci sono delle soluzioni che posso suggerire a questi individui: la prima è fate una colletta e comprate una bella villa isolata a questa mamma, la seconda è che se propio dá fastidio esistono i tappi per le orecchie!

1 Trackback / Pingback

  1. Genitori dei compagni contenti dell'espulsione del bambino autistico

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*