Ultimo giorno al centro estivo: da domani cominciano le vacanze. Forse….

Ultimo giorno al centro estivo
Ultimo giorno al centro estivo: quante cose ha imparato mio figlio!

Oggi per il mio nano è l’ultimo giorno al centro estivo. Questo mese è volato; sembra solo ieri che ero sopraffatta da angoscia e ansia perché temevo che il mio piccolo non si sarebbe trovato bene al centro, convinta che tutte le mattine lo avrei lasciato disperato.

Invece no, ancora una volta il nano mi ha stupita: a parte il primo giorno in cui l’ho lasciato con i lacrimoni, poi ci è sempre andato volentieri. Di certo l’ha aiutato il fatto che fosse insieme alla sua banda di amici teppisti che non l’hanno fatto sentire solo, ma soprattutto sono state brave le educatrici che devo dire sono state davvero in gamba. Hanno saputo gestire una banda di circa 30 ragazzini direi piuttosto bene (almeno dal mio punto di vista).

Con il centro estivo oltre a mio figlio siamo un po’ cresciuti anche io e mio marito: al momento dell’iscrizione avevamo deciso di non farlo andare alle gite perché ci sembrava troppo piccolo, ma alla fine abbiamo deciso di mettere da parte le nostre preoccupazioni e di far si che anche lui vivesse quest’esperienza insieme ai suoi compagni. Ovviamente al mattino mentre lo portavo al centro ripetevo sempre la stessa minaccia: guarda che se non ti comporti bene la maestra me lo dice e io non ti farò più andare in gita. E lui: si si mamma ho capito (secondo voi mi stava semplicemente assecondando?)

Come mi hanno confermato le educatrici, lui si è sempre comportato bene e mi hanno detto che in generale tutto il gruppo è stato bravo alle gite. E di questo erano molto contente anche loro.

Noi genitori abbiamo avuto la possibilità di constatare il tanto lavoro che hanno fatto quando l’altro giorno siamo andati alla festa di chiusura: i bimbi dei vari gruppi hanno cantato e ballato una canzone a turno e quello che ha colpito me e molti altri genitori era la totale compostezza dei bambini. Tutti fermi, al loro posto a seguire le indicazioni delle educatrici. Noi genitori siamo stati pervasi da un grande senso di frustrazione, perché in molti abbiamo pensato: ma perché loro riescono a tenere fermi e buoni 30 bambini e io non ci riesco con uno solo?

Sono felice di aver fatto fare quest’esperienza a mio figlio, ho notato che in questo mese è cresciuto davvero tanto ed è sempre tornato a casa sereno, quindi credo che anche lui l’abbia vissuta con piacere.

Da domani tocca a noi: le educatrici andranno in vacanza e noi staremo con i nostri figli visto che sono arrivate le tante agognate ferie. Quest’anno prima vacanza in quattro: panico e paura!!!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*