Se un bambino gioca con le bambole è davvero un problema?

Bambino deriso perchè gioca con un pupazzo da femmina
Davvero c'è gente che crede che un bambino diventi gay solo perchè gioca con le bambole?

Come molte mamme, anche io sono iscritta a qualche gruppo facebook dedicato al mondo delle mamme e dei bambini (ovviamente a che gruppi volete che si iscriva una mamma?)

E l’altro giorno mi sono imbattuta in un post che mi ha fatto molto riflettere. Era il post di una mamma molto dispiaciuto perché il suo bambino di appena 2 anni era stato oggetto di scherno e prese in giro da parte di bambini poco più grandi perché aveva in mano un pupazzo di Hello Kitty. Si avete letto bene, è stato preso in giro perché aveva in mano un pupazzo da “femmina”. La cosa ancora più triste è che nessuno dei genitori di questi bambini è intervenuto per rimproverare i propri figli e spiegare loro che non si può prendere in giro un bambino chiamandolo gay solo perché aveva un pupazzo di Hello Kitty in mano.

Noi stiamo allevando i futuri trogloditi se continuiamo ad andare avanti così. Tanto per cominciare associare il termine gay ad una presa in giro è già di per sé allucinante, se per di più non intervengono i genitori a rimproverare i loro figli, c’è davvero poca speranza per il nostro futuro e soprattutto per quello dei nostri figli.

Quando ho letto quel post ho pensato: ma in che società del cavolo viviamo? Ma come li stiamo crescendo i nostri figli? Se i bambini si comportano in un certo modo la colpa è solo nostra: siamo noi che li educhiamo e se non rimproveriamo nostro figlio quando si rifiuta di giocare con un bambino solo perchè ha un pupazzo da femmina in mano o peggio ancora se non gli diamo una sonora sculacciata se solo s’azzarda a prendere in giro qualcuno e ad usare termini come gay per offendere, è ovvio che non abbiamo speranze per il futuro dei nostri figli. Stiamo tirando su una generazione di ragazzini senza morale, di bambini viziati, ma dove andremo a finire????

Tra mamme che gioiscono perché la scuola ha deciso di espellere un bambino autistico, bambini che vengono rimproverati perché giocano a pallone nel parco e bambini che deridono un altro bambino solo perché ha in mano un pupazzo che viene “socialmente” considerato più adatto alle femmine, direi che c’è davvero da mettersi le mani nei capelli….

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*