La grande varietà di argomenti delle chiacchiere tra mamme

chiacchiere tra donne
non si è mai troppo grandi per aver bisogno delle amiche, che siano anche loro già mamme oppure no

Quando le mamme hanno a che fare con gli adulti indovinate un po’ di cosa parlano?

Le mamme parlano solo di figli e per quanto ci impegnamo a non farlo, alla fine sempre di loro torniamo a parlare. Da quando sono diventata mamma (quasi due anni ormai), sarà il caso oppure no, ho avuto a che fare nelle mie occasioni mondane principalmente con altre mamme; il chè non rappresenta un problema, ma se pensate che fra donne le chiacchiere riguardano argomenti come vestiti, rossetti e scarpe, questo non vale (più) una volta che abbiamo messo al mondo un figlio.

Si parte pure col presupposto di fare quattro sane e genuine chiacchiere che non riportino a figli & co. ma alla fine sempre lì si va a parare: quali pannolini usi per tuo figlio? Sai io mi trovo bene con… E gli omogeneizzati glieli compri o li prepari tu? La notte ti fa dormire? E quanto pesa, quanto ha messo su in un mese? A quanti mesi ha cominciato a gattonare/camminare/parlare? La Tachipirina gocce o supposte?…

Ma non diventa uno stress? Fatto sta che lo facciamo davvero inconsciamente, figuratevi se non troviamo argomenti più interessanti di cui parlare, è come il pizzaiolo che torna a casa e mangia la pizza. E che palle!

Sono diventata mamma a 27 anni, considerando l’andamento degli ultimi anni un po’ prima rispetto alla media, quindi ho amiche che ancora non hanno figli ma la cosa è la stessa, sempre del figlio (il mio) si finisce col parlare: in modo diverso ma c’è sempre, è sempre presente dei discorsi. Figlio mio, sei onnipresente, anche quando non ci sei, trovi modo di esserci.

Dobbiamo riuscire a trovare tempo per noi stesse e non dobbiamo sentirci in colpa per questo

Tutti dicono alle mamme che devono prendersi un po’ di tempo per sé, magari organizzarsi ed uscire con le amiche, svagarsi e non avere sempre il pensiero del bambino; qualche volta l’ho fatto ma devo essere ancora poco abituata all’idea, perché mi faceva strano non averlo tra le gambe e non dover guardare sempre intorno per vedere in quale guaio era in procinto di mettersi; una volta al supermercato senza il bambino, sovrappensiero in fila alla cassa mi ero messa a cullare il carrello e quando me ne sono accorta ho sperato che nessuno l’avesse notato.

Mamme! La verità è che non c’è proprio niente di male se ogni tanto prendiamo un po’ di tempo solo per noi o qualche occasione di svago con le nostre amiche e se parte l’impulso di prendere il telefono e controllare che tutto sia a posto, frenatelo: del resto se ci fosse proprio bisogno, il telefono squillerebbe, statene certe.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. I gruppi whatsapp delle mamme? Solo gruppi in cui si parla di figli
  2. Svezzamento classico o autosvezzamento? L'importante è non forzare i bambini!

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*